Alfa Romeo Quadrifoglio, la famiglia sportiva per tornare al top

1152 0
1152 0

Alfa Romeo Quadrifoglio, un nome mitico sarà una discriminante fondamentale per il successo del marchio.

L’Alfa Giulia Quadrifoglio è stata, il 24 giugno 2015, l’auto che con il suo esordio ha iniziato il Rinascimento del Biscione. Primo modello di una nuova generazione. La nuova Giulia, con al piattaforma Giorgio, è stato il modello da cui sono nate tutte le altre Giulia e pure la Stelvio. Sviluppate da un modello capace di gestire i 510 cv del V6 di origine Ferrari. E dimostrare una superiorità di guida su tutte le concorrenti. La Giulia Quadrifoglio sul km da fermo si mette alle spalle la Porsche 991 Carrera S e anche l’Audi RS6. E in pista ha domato la BMW M3 e M4 e tutte le avversarie.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio la più veloce quattroporte in pista
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio la più veloce quattroporte in pista

A breve arriverà anche la Stelvio Quadrifoglio. Il super suv, che Marchionne ha pronosticato come il più veloce al Nurburgring. Anche per Porsche Cayenne Turbo S. Il motore è lo stesso della Giulia Quadrifoglio, il V6 da 510 cv, che dovrebbe garantire una accelerazione da 0 a 100 in 4″. O forse anche meno, perché la Stelvio Quadrifoglio sarà a trazione integrale Q4. Un vantaggio rispetto alla Giulia, che nella versione estrema è a trazione posteriore.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, V6 Ferrari da 510 cavalli e trazione integrale Q4

 

Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio - LP Design
Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio – di LP Design

Il prossimo giro potrebbe toccare, ma tra qualche anno, alla Giulietta Quadrifoglio. Sarà a trazione integrale, come la Mercedes AMG A 45? O una classica posteriore, per sfidare le BMW sul terreno preferito?  Il motore potrebbe esser l’ottimo 4 cilindri benzina di 2 litri realizzato a Pratola Serra. Al momento è un turbo che eroga 200 e 280 cavalli. Ma è già pronta una versione da 350 cv, che forse andrà sulle Giulia per il mercato americano. Per le Giulietta Quadrifoglio potrebbe avvicinare la soglia dei 400 cavalli. Per continuare a infiammare i cuori sportivi.

 

Alfa Romeo Quadrifoglio
Alfa Romeo Quadrifoglio, il bolide di Sivocci alla Targa Florio del 1923

Alfa Romeo Quadrifoglio, come è nato il mito

Si tratta di una tradizione quasi secolare. Un mito centenario, il Quadrifoglio fece il suo esordio nella celeberrima squadra corse Alfa nel 1923, durante la Targa Florio, vinta poi da Ugo Sivocci. Da allora il simbolo, considerato beneaugurante, fu adottato come marchio. Nelle corse e sui modelli più prestigiosi.

Ultima modifica: 17 luglio 2017